Immagini a parole: Bounty killers

Mentre affronto l’ ultimo curvone dopo aver portato a scuola i figli mi vedo la fiancata dell’ autosnodato davanti a me che imbocca la strada a sinistra verso la zona industriale. È della CREPA SERVICE.

Sto ancora ridendo per un’ innocua azienda di portapallet e muletti.

5 thoughts on “Immagini a parole: Bounty killers

  1. Oddio, io ci ho messo un paio di mesi a non ridacchiare di fronte ai budini marca “Mona” al supermercato in Olanda.
    Dalle mie parti originarie “mona” é il “nome della cosa” femminile, oltre che un modo per dare a uno dello stupido, come “l’é mona”, ovvero “é stupido”, oppure di mandare qualcuno a quel paese “va in mona!”….o “non fare monate”, ci sarebbe da fare uno studio antropologico 😉

    Poi ci sarebbe l’aeroporto di Zurigo, che si chiama “Kloten”…

      1. “Aeroporto internazionale Zurigo-Kloten”, quando l’ho letto la prima l’ho dovuto rileggere un paio di volte per crederci 😉
        Poi ci credo che lo volevano ribattezzare “Unique” …

        PS: stendiamo un pietoso velo su quanto ha riso mia madre quando ha scoperto che “kaas” suona esattamente come la pronuncia dialettale modenese (la sua) di, beh, te lo lascio indovinare. Imbarazzante da spiegare alla mia dolce metá, che tentava innocentemente di insegnarle qualche parola di olandese e non capiva perché lei si divertisse cosí tanto a parlare di formaggio.

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...